Tutta Mia La Città

attivisti ricercatori educatori insegnanti


| Loa Acrobax, via della Vasca Navale 6, 00100 Roma
| Wed, 27 Jun 2018 18:00

Foto dall’incontro pubblico

[A questo link il report della giornata con gli interventi audio delle partecipanti]

La prossima edizione del Festival Impunita avrà come filo conduttore il tema del diritto alla città per l’infanzia, un tema enorme che riguarda l’accesso agli spazi a misura di bambino e bambina, la scuola, l’editoria, l’urbanistica, la mobilità, lo sport, la genitorialità, i servizi e il welfare. Un’urgenza evidente vista la povertà e le disuguaglianze che hanno radicalmente trasformato le città negli ultimi 10 anni.

Ci interessa da un lato approfondire la trasformazione delle città, la progressiva riduzione della spesa sociale, i processi di privatizzazione del welfare e dei servizi essenziali per l’infanzia che hanno impoverito il tessuto urbano, dall’altro crediamo sia altrettanto indispensabile mappare le inedite sperimentazioni che si stanno sviluppano dal basso attraverso molteplici pratiche di diritto alla città.

Il metodo che ci siamo dati è quello dell’inchiesta in un’ottica interdisciplinare, per questo vi invitiamo a partecipare a un incontro laboratorio pubblico che ha come primo obiettivo l’approfondimento e l’autoformazione al fine di dotarci di strumenti culturali adeguati e di un lessico condiviso riguardo il tema del diritto alla città per l’infanzia. Crediamo sia urgente e necessario strutturare una “cassetta degli attrezzi collettiva” che ci orienti nell’analisi e nella costruzione delle riflessioni che saranno alla base del prossimo Festival.

Rifletteremo insieme ad alcuni relatori e relatrici a partire da questi primi nodi tematici:

  • Ascoltare l’infanzia: inclusione, accesso ai servizi, welfare. Il diritto alla città per i bambini e le bambine.
  • Correre rischi, sperimentare, apprendere. Il diritto al gioco nello spazio urbano.
  • Per crescere un/a bambino/a ci vuole un intero villaggio. Trasformare la metropoli in una comunità educante.
  • Accesso negato nelle Smart City: Diritto Digitale alla città e Pedagogia Hacker.

★ Interverranno:

  • Associazione CantieriComuni_ Rete SLURP

  • Virginia Giocoli, Casa delle donne Lucha y Siesta e Festival dei giochi all’aperto Aria!

  • Rossella Marchini, architetta, autrice di vari saggi sui temi della trasformazione della città e sul diritto all’abitare.

  • Annarita Marino, attivista della rete DecideRoma, ex coordinatrice infanzia scuola Pisacane (2001-2011).

  • Maurizio “Graffio” Mazzoneschi, Programmatore, insegnante. Ha progettato e realizzato decine di applicazioni web. Si interessa di opendata, data journalism, knowledge management, e-learning, smart city, big data. E’ amante del software libero. E’ tra i fondatori del collettivo AvANa, partecipa sin dall’inizio ad hack-it, l’annuale meeting degli hackers italiani);

  • Flavia Orrù, educatrice e operatrice sociale. Esperta di interventi in favore dell’inclusione sociale. Allenatrice Allreds.

  • Agnese Trocchi di C.I.R.C.E. (Centro Internazionale di Ricerca per la Convivialità Elettrica) organizza laboratori di autodifesa digitale e pedagogia hacker, informatica conviviale per ragazze, ragazzi, bambini, gruppi di affinità, smanettoni e per tutti e tutte coloro che sono curiose.