Giocare o essere giocati

teens educatori


| Spazio-Incontro-Scholè, via Tommaso Fortifiocca 71, 00100 Roma
| Fri, 08 Jun 2018 16:00

“Allora, spegni quel coso? Sei lì attaccato da ore!" “Non è vero! Aspè, due minuti solo!"

– da “Un’ultima partita!", Anonimo

Vogliamo costruire spazi e momenti di consapevolezza critica sul nostro rapporto con il digitale, a partire da videogiochi e social network. Molti videogiochi catturano la nostra attenzione tanto da creare forme di dipendenza, costruite magistralmente sulle vulnerabilità comuni a tutti gli umani. In maniera simile siamo indotti a partecipare e contribuire senza sosta alle “comunità” online, costruite secondo tecniche di gamificazione. Ogni esperienza di interazione social diventa una complessa gara, con tanto di punti e classifiche, livelli e campioni. Conosciamo per esperienza diretta le regole di questi “giochi”: se ci comportiamo bene riceviamo tanti “mi piace”, like, strike e notifiche, cioè zuccherini per il nostro cervello (sotto forma di dopamina); se siamo scarsi, restiamo a bocca asciutta. In ogni caso, non è mai abbastanza per “vincere”, dobbiamo sempre impegnarci di più, il “gioco” non finisce mai…

Il laboratorio sarà un momento per mettersi in gioco insieme, capire meglio come funzionano queste vulnerabilità e magari scambiarci trucchi e consigli per difenderci da noi stessi. Impariamo ad accorgerci dei nostri automatismi, ci osserviamo giocare ed essere giocati. Partiremo da giochi d’epoca, quelli semplici da smontare come PacMan e Tetris; un mattoncino dopo l’altro proveremo poi a smontare le Apps più recenti, compresi i social e i servizi di messaggistica. Nel corso delle due ore giocheremo con videogiochi, discuteremo e faremo amicizia.

Il laboratorio è una collaborazione con CirCe - Centro Internazionale di Ricerca per la Convivialità Elettrica.

IL LABORATORIO SARA’ GRATUITO COME TUTTE LE ATTIVITA’ DELLO SPAZIO INCONTRO SCHOLE’