news

International Research Centre for Electric Convivialities

Centro Internazionale di Ricerca per le Convivialità Elettriche

«Les métamorphoses de Circe disent que la connaissance est à l’image de l’affect»

Samir Boumediene, La Colonisation du savoir

È ora disponibile il n. 25 de La ricerca con un contributo di C.I.R.C.E dal titolo "Hacking IA". La rivista è disponibile interamente online e il cartaceo è in distribuzione nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado.

L'11 maggio ad Ancona partecipiamo alla tavola rotonda "I rischi e le opportunità nel Piano Scuola 4.0 nel PNRR: libertà di insegnamento, ruolo del Collegio Docenti e difesa della scuola della Costituzione. L’utilizzo delle piattaforme e delle tecnologie digitali nella scuola pubblica."

Sabato 1 aprile 2023 h 15.00-18.00 la CUB Scuola Università e Ricerca di Torino organizza il seminario Tecnologie didattiche e PNRR: che fare?

Interveniamo al seminario "Libero insegnamento e innovazione tecnologica: un binomio possibile?" La partecipazione è libera previa registrazione. Il seminario si svolge online sabato e domenica 17/18 dicembre. Qui il programma completo.

Durante l'Hackmeeting 0x19, come C.I.R.C.E abbiamo contribuito alla Tavola Rotonda sull'hacking a scuola. Due ore di chiacchiere tra insegnati, animatori digitali, genitori, curiose e curiosi. Cosa ne è emerso?

È finalmente disponibile LOCo-19 Pensieri, voci e cronache da un silenzioso pandemonio il libro realizzato dal gruppo LOST (Lunghe Ombre della Scienza e della Tecnica) a cui abbiamo partecipato con un contributo su quanto si può fare, in ambito scolastico formativo, con la tecnologia.

Disponibile il nuovo numero di La Ricerca dedicato all'accesso che hanno le ragazze alle arti e alle discipline STEM. Il numero contiene un articolo di Agnese Trocchi e Valeria Guarcini di C.I.R.C.E.

Cominciamo a pubblicare degli assaggi dal libro in lavorazione sulla Pedagogia Hacker. Nel capitolo che segue, Davide Fant racconta un’attività realizzata per liberare foto e immagini che custodiamo nei nostri dispositivi o che abbiamo affidato ai social network. Per farle respirare, dargli voce, renderle spazio di incontro.

Ogni software ha il suo demone, ovvero un suo modo di guidarci e spingerci in una certa direzione. Abbiamo dunque escogitato un gioco hacker, da curiosi esploratori dei mondi digitali, per evocare la voce delle piattaforme, sperimentandolo con gruppi diversi, dall’università alle scuole secondarie di primo grado, da educatori e docenti a studenti delle scuole superiori; in italiano e in inglese.

Pubblicato su La Ricerca

Aurora Val, che si occupa di progettazione, comunicazione e storia delle arti, racconta qui la sua esperienza di insegnante durante la pandemia e gli hack ideati per "sopravvivere".

Venerdì 9 aprile, nell'ambito della seconda giornata di studi “Codici differenti” organizzata dall'Associazione Orlando interveniamo come C.I.R.C.E. con il workshop "Il Gioco del Demone".

A hands-on auto-ethnographic workshop hosted by CIRCE using the Hacker Pedagogy method.
"Know thyself - know your daimons"


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License ove non altrimenti specificato